Percorso biblico

Pagina in corso di allestimento


Itinerario a cura Azione Cattolica parrocchiale

Parrocchia San Giuseppe Pontedera


11 ottobre 2018 – Presentazione del percorso e introduzione alla Bibbia


Vangelo secondo Luca

25 ottobre 2018 – Presentazione e introduzione al testo

Don Bryan Dal Canto
E’ disponibile l’audio


Atti degli Apostoli

3 dicembre 2018 – Presentazione e introduzione al testo

Prof. Francesco Terreni
E’ disponibile l’audio


Vangelo secondo Matteo

21 gennaio 2019 – Presentazione e introduzione al testo

Don Bryan Dal Canto
E’ disponibile l’audio


Vangelo secondo Giovanni

11 marzo 2019 – Presentazione e introduzione al testo

Don Salvatore Glorioso
E’ disponibile l’audio


Vangelo secondo Marco

03 maggio 2019 – Presentazione e introduzione al testo

Prof. Francesco Terreni
E’ disponibile l’audio


Apocalisse

Il 10 giugno 2019 il Prof. Marcello Marino ha tenuto l’incontro di presentazione e introduzione al testo. In tale occasione ha gentilmente fornito il seguente materiale.

E’ disponibile l’audio


Primi incontri anno 2019-2020

Come leggere la Bibbia

7 ottobre – Prof. Francesco Terreni

E’ disponibile l’audio


Genesi

14 ottobre – Don Pier Giorgio Paolini

Genesi, presentazione e introduzione al testo




Esodo

10 dicembre – Prof. Francesco Terreni




Deuteronomio

21 gennaio – Prof. Marcello Marino

Copertina del Deuteronomio nella cosiddetta “Bibbia di San Paolo”


Prossimo incontro: venerdì 28 febbraio 2020

Presentazione e introduzione al libro di ISAIA

Don Salvatore Glorioso


Veglia Biblica

La Parola della profezia

Il mio servo giustificherà molti

Introduzione e note

Il tempo che stiamo vivendo ci trova tutti frastornati: ci credevamo onnipotenti, padroni del nostro tempo e non solo di quello, eppure ci siamo dovuti arrestare di fronte ad un nemico invisibile. E’ un nemico invisibile che, però, si rende evidente nelle conseguenze del suo attacco: morte, distanziamento nelle relazioni, impatto devastante nella economia.

Questo nemico, nella sua avanzata non ha incontrato confini geografici, sociali, culturali, di ordinamento politico.

Se è vero, come è vero, che Dio sa trarre il bene anche dal male, anche noi che siamo suoi figli dobbiamo perlomeno provare a fare altrettanto. Così, nella drammaticità della situazione, singoli credenti e comunità abbiamo provato a intravedere i possibili spazi, le possibili feritoie, attraverso cui mantenere, a debita distanza, il nostro peculiare essere  “un cuore solo ed un’anima sola” ad immagine della chiesa degli anni apostolici (“La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un’anima sola”, Atti 4,32).

Anche l’Associazione parrocchiale di Azione Cattolica non si è sottratta a questo esercizio inedito (ed anche per questo non semplice) coltivando i rapporti interpersonali nei modi consentiti senza scartare possibilità alcuna.

Il Percorso biblico che proponiamo da tempo ha subito due pause in altrettante occasioni di preghiera comunitaria (programmate per il 2 e il 30 aprile scorsi); tale preghiera, evidentemente, è stata riversata anche nelle molteplici occasioni che sono state offerte su vari canali televisivi e social.

Mentre stiamo definendo al meglio la presentazione e introduzione alle Lettere ai Galati e ai Romani che si terrà entro la fine del mese di maggio e di cui daremo i dettagli a breve, desideriamo proporre una riflessione su una parte del Libro di Isaia, ovvero i “Canti del Servo sofferente”.

Facciamo questa proposta nello spirito di quanto suggerito dalla Penitenzieria Apostolica (Decreto della Penitenzieria Apostolica circa la concessione di speciali Indulgenze ai fedeli nell’attuale situazione di pandemia) che, lo scorso 19 marzo, tra l’altro concede:

(…) Questa Penitenzieria Apostolica, inoltre, concede volentieri alle medesime condizioni l’Indulgenza plenaria in occasione dell’attuale epidemia mondiale, anche a quei fedeli che offrano la visita al Santissimo Sacramento, o l’adorazione eucaristica, o la lettura delle Sacre Scritture per almeno mezz’ora, o la recita del Santo Rosario o dell’Inno Akàthistos alla Madre di Dio, o il pio esercizio della Via Crucis, o la recita della Coroncina della Divina Misericordia, o dell’Ufficio della Paràklisis alla Madre di Dio o altre forme proprie delle rispettive tradizioni orientali di appartenenza per implorare da Dio Onnipotente la cessazione dell’epidemia, il sollievo per coloro che ne sono afflitti e la salvezza eterna di quanti il Signore ha chiamato a sé.(…)

Non è quindi una Veglia di preghiera come siamo soliti proporre; si tratta, questa volta, di riconoscere ed accogliere l’oscurità che è calata anche sulla nostra realtà ed in essa vigilare, con il sostegno della Parola di Dio:

101Tengo lontano i miei passi da ogni via di male,
per custodire la tua parola.
102Non mi allontano dai tuoi giudizi,
perché sei tu ad istruirmi.
103Quanto sono dolci al mio palato le tue parole:
più del miele per la mia bocca.
104Dai tuoi decreti ricevo intelligenza,
per questo odio ogni via di menzogna.

105Lampada per i miei passi è la tua parola,
luce sul mio cammino. (dal Salmo 119)

La Parola, sembra ricordarci il Salmo, è adatta ad illuminare il cammino e le situazioni, le circostanze, le vicende che siamo chiamati ad abitare e con essa, con la sua luce, procedere senza smarrire la meta.

La proposta che ti facciamo puoi viverla come meglio credi, nel modo che preferisci:

1. ritrovandoci idealmente tutti insieme il giorno 9 maggio  alle 18 oppure

2. puoi lasciarti provocare dalla lettura e riflessione quando vuoi in un’unica occasione o in più occasioni (per esempio, dal momento che i Canti sono 4, distribuirli in altrettanti giorni) o in altro modo.

Gli amici dell’AC parrocchiale

Segue il collegamento alla Veglia Biblica multimediale

https://www.sullatuaparola.info/veglia-biblica-isaia/


Meeting ID: 597 383 1529 Password: 1MiffA